Pierluigi Scandiuzzi

Il senso nascosto delle cose

di Marta Previti

La ricerca di Pierluigi Scandiuzzi è rivolta alla rappresentazione di oggetti del quotidiano, con i quali siamo soliti confrontarci e che guardiamo perlopiù in maniera distratta,

inconsapevoli della loro origine e delle suggestioni che possono provocare in ognuno di noi. Isolandoli al centro della tela, l’artista carica questi oggetti di significato, nobilitandoli

e ritrovando in loro una dignità perduta. Con questa pratica qualsiasi “cosa” può diventare motivo di riflessione e dar luogo a ricordi e sollecitazioni per la nostra mente, superando i

confini dell’ovvio e del visibile: una torta di compleanno può essere considerata come uno strumento di misurazione temporale, un comune cesto di vimini può alludere all’abbondanza

della cornucopia, un foglio di appunti diventa nelle mani di Pierluigi una formula magica. Suddividendo i suoi lavori in serie come Enciclopediae, I quadernoni, l’artista traccia un fil

rouge tra i suoi lavori che spesso sono il risultato di impressioni, epifanie o giochi di parole.

panic at the discoteque
psiche
tronchetto della felicità
kopk
DSC_1165
appenaunpo'
el paso more white
fountain jeans
vasodifrutti
>Espone 11 opere presso Studio Alcor