Francesca Vacca

Tra astrazione e realtà

di Marta Previti

I dipinti di Francesca Vacca nascono da sensazioni e suggestioni che l’artista “registra” e poi rielabora in pittura.

Dal dato reale emergono delle intuizioni che danno vita a forme ideali che possono richiamare l’oggetto della sua riflessione o talvolta soltanto un ricordo personale legato ad esso.

Come spesso accade, però, i ricordi si intrecciano tra loro e generano racconti più complessi, narrando storie che vanno intraviste e scoperte. La tecnica ad olio appare quindi la più

adatta a rappresentare questo flusso di pensieri che l’osservatore può intercettare grazie ai titoli dei lavori, che evocano a loro volta un processo di continui rimandi a situazioni e immagini reali. Le visioni dell’artista si traducono in opere astratte, emozionali, che dalla libera composizione di forme e colori, configurano nella mente di chi guarda una serie di percezioni soggettive, costruendo un’esperienza visiva sempre diversa, in base al bagaglio che ognuno di noi porta con sé.

fumo blu 2
Francesca Vacca, Vento, 2021, 160x120 cm, Olio su tela (1)
leche di burro
fiori di burro
Francesca Vacca, Barena, 2021, 160x120 cm, Olio su tela  (1)
Francesca Vacca, Incensazione, 2021, 160x120 cm, Ecolina su rasi (1).Incensazione
182045350_10224581658639769_5317944138227986235_n
  • Instagram
>Espone 6 opere presso Dr.Saul Piffer Psicoterapeuta